Ops! Lo scorpione

By | 6 novembre 2015

Siamo ormai in autunno e devo ammettere che era da un pò di anni che non vedevo tanti scorpioni come invece mi è capitato quest’anno.

Scorpioni fotografati quest'estate

Scorpioni fotografati quest’estate

Più volte, quest’estate, alzando delle tavole, dei sassi o spostando del materiale, ho visto degli scorpioni che se ne stavano quatti quatti nel loro “nido” all’apparenza per niente infastiditi dalla mia presenza. Così mi sono incuriosito ed ho cominciato ad informarmi, soprattutto in merito al loro veleno, per capire se gli scorpioni delle nostre zone possono essere velenosi o meno.

Ho scoperto che in tutto il mondo ne esistono circa 2ooo specie, e di queste, solo otto generi sono letali per l’uomo. Le specie presenti in Italia sono fortunatamente,  innocue; l’effetto è tipo la puntura di un’ape (a meno che il malcapitato non sia allergico, ma questo è un’altro discorso).

Anche se vi è un grande timore quando li troviamo vicino a noi, in realtà gli scorpioni temono l’uomo e, quando vengono stanati, il terrore quasi li paralizza in una posizione contratta con le zampe raccolte e la coda piegata sulla schiena e appena si sentono al sicuro, fuggono. Solitamente la puntura all’uomo, avviene in modo accidentale, per imprudenza.

Sono lunghi pochi centimentri, hanno sei occhi, due grossi sopra la testa e quattro piccoli laterali nella zona periferica della testa. L’addome è formato da 12 segmenti , gli ultimi 5 segmenti formano la cosiddetta “coda” che ospita un bulbo che contiene il veleno e un aculeo incurvato per iniettare lo stesso nella preda.

Lo scorpione vive da 3 a 5 anni ma alcune specie vivono anche 10/15 anni. Una femmina dà vita a 20/30 piccoli che restano sulla schiena della madre fino alla prima muta. Si nutrono di mosche, scarafaggi e zanzare; vivono senza problemi con un pasto alla settimana e possono rimanere a digiuno anche fino a un mese. Sono preda di uccelli notturni, topi, pipistrelli, lucertole.

 

Comments

Lascia un commento