Funghi , una stagione così e così

By | 2 novembre 2015

Prima Pagina, edizione del sabato 31 ottobre 2015

“E’ ormai conclusa la raccolta dei funghi nel nostro Appennino: non è stata negativa, ma poteva anche andare meglio”. A dichiararlo è Franco Chiarabini, campione dell’edizione del 2013 e del 2014 del Campionato mondiale del fungo di Cerreto Laghi.

Franco Chiarabini, Numero Uno

Franco Chiarabini, Numero Uno

Chiarabini, originario di Montefelecchio di Villa Minozzo, è molto conosciuto: frequenta infatti continuamente i boschi della montagna reggiana per raccogliere funghi.

Chiarabini è teminata, nel nostro territorio montano, la stagione?

Ormai si perchè, sopratutto nella zona alta, sono già cadute le foglie. Gli ultimi miei ritrovamenti risalgono alla scorsa settimana. In ogni caso qualcosa è ancora possibile trovare anche se adesso le temperature sono già un po’ fredde.

Può illustrare un bilancio di quest’ultima stagione?

E’ importante sottolineare che fino al 2012 abbiamo fortunatamente registrato  delle grandi annate: poi, negli anni seguenti, c’è sempre stato un calo. Comunque questa stagione complessivamente non è stata negativa: sicuramente poteva andare meglio però sono soddisfatto in quanto ho sempre raccolto qualcosa durante le tante uscite nei boschi.

Le condizioni del tempo hanno favorito la crescita dei funghi?

Quest’estate è piovuto troppo poco: infatti quando c’è molto caldo è indispensabile anche l’acqua per la nascita dei funghi. Ultimamente non sono poi mancate le precipitazioni piovose, ma servono prima per ottenere una buona raccolta.

Tanti fungaioli, come è avvenuto spesso nel passato, hanno ancora scelto la nostra montagna per compiere le loro attività?

Sì. Anche quest’anno tante persone sono arrivate nei boschi per cercare i funghi. Abitualmente appena si diffonde la notizia che c’è una piccola crescita, in una determinata zona del crinale, i fungaioli iniziano subito a prarticare questa loro passione.

Matteo Barca

Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.