Porcini

By | 17 agosto 2015

Qual’è il porcino migliore e più prelibato?

Nella famiglia dei Boletus (porcini) ne esistono diverse qualità, ma si individuano 4 specie principali:

Boletus aestivalis

chiamato reticolato o porcino d’estate, con cuticola vellutata, spesso screpolata, con il cappello color caffè-latte nocciola.
Solitamente si trova in boschi caldi di latifoglie, tra l’erba, spesso associato a faggio o castagno, talvolta anche sotto conifera.
L’aestivalis è il più prelibato.

Boletus aestivalis

Boletus aestivalis

Boletus aereus

chiamato porcino nero, molto conosciuto ed apprezzato, cresce in estate in boschi molto caldi di latifoglie, castagni e querce.
Il colore del cappello è molto scuro, bruno nerastro con cuticola fine vellutata.
A parere mio, come qualità,  quasi eguaglia l’aestivalis.

Boletus aereus

Boletus aereus

Boletus edulis

il colore del cappello è nocciola o bruno scuro, la cuticola liscia e viscida.
Dall’estate all’autunno si trova nei boschi di faggio (ma anche nel pino, betulla, castagno….). Si trovano esemplari di dimensioni notevoli ed è di buona commestibilità.

Boletus edulis

Boletus edulis

Boletus pinophilus

detto anche porcino rosso, si raccoglie in primavera e in autunno sia sotto conifera che latifoglie, è di colore rosso rame, con il cappello bruno vinoso. Come qualità è il più scadente.

Boletus pinophilus

Boletus pinophilus

Sul nostro appennino tosco-emiliano i funghi cominciano a venire fuori, finalmente sta piovendo!

E allora… in bocca al fungo a tutti !!!!
              

Comments

Lascia un commento