Il campionato mondiale 2014

By | 7 maggio 2015

Vincere il campionato del 2013 è stata per me una grande soddisfazione personale, ma devo dire che la cosa più bella che mi ha regalato è la conoscenza di tante persone che come me condividono la passione per i funghi, a partire da Costantino Cardinali, che da “acerrimo nemico” è diventato un amico, a Nigro Alessandro, conosciuto come l’arabo ed ora David Crokett dal Tennessy (ma non si sa fino a quando lo rimarrà…) sempre eclettico e burlone, a Frà Ranaldo che ci ha allietato raccontandoci aneddoti sui funghi grazie ai video girati da noi poveri improvvisati registi.

Il 2014 vede un regolamento del campionato che prevedeva la possibilità di iscriversi sia singolarmente sia a squadre; parlando con amici, abbiamo deciso di formare “La forza del Prampa”, in onore del piccolo paesino ai piedi del Monte Prampa da cui noi tutti componenti proveniamo. Ho quindi deciso di partecipare sia alla gara individuale sia a quella a squadre.

Sempre noi

Come per il 2013, la sera prima della gara, tutti i concorrenti erano convocati al Palaghiaccio per ritirate il proprio pettorale e conoscere il settore di appartenenza. Devo ammettere che mi sentivo osservato, i concorrenti erano più numerosi dell’anno precedente e, addirittura, c’era chi voleva fare una foto insieme a me!?!?!.

A me diedero il pettorale n. 1.

 

La domenica mattina del 5 ottobre, ci trovammo in più di 300 partecipanti.

Tutti noi “ragazzi” della Forza del Prampa da me capitanata, eravamo pronti per affrontare la gara, il peso dei  funghi raccolti da ognuno di noi veniva sommato e la squadra con il maggior peso avrebbe appunto vinto la competizione a squadre. Partimmo a piedi per dirigerci ai rispettivi settori.

Al via, partii di corsa per distaccare i miei avversari; dopo circa 10 minuti rallentai e cominciai nella ricerca, uno, poi un’altro e poi ancora.  Ero concentratissimo, appena incontravo qualcuno cambiavo direzione e via, ricominciavo.

Ormai allo scadere delle 3 ore a disposizione, mentre mi dirigevo al mio settore, un fungaiolo urlò ”Ecco il Campione” e un giornalista della Rai mi fece alcune domande… Questo mi lusingò molto, io però avevo fretta di consegnare il mio bottino…

2 Kg e 868 gr decretò il responsabile del settore

Dopo aver pesato i funghi da me raccolti e disse:”Eh, quest’anno non sarai il vincitore, un’altro concorrente ha consegnato 3Kg in poco più di 2 ore…”

Risposi che andava bene così, che l’importante era partecipare e pensavo al clima gioviale e goliardico che si era instaurato con i compagni della mia squadra.

Capii più tardi che l’informazione non era corretta e pensai che il responsabile del settore era proprio un gran burlone.

i nostri cappellini

Le premiazioni. Cominciò Fra Ranaldo, con il suo umorismo innato a premiare la foto più bella, il fungo più bello, poi la competizione a squadre e quando ho sentito che il 2° posto se l’era aggiudicata la squadra del mio amico Costantino, ho gioito per loro, anche se non ho potuto fare a meno di cogliere che il peso complessivo della loro squadra era inferiore al solo mio raccolto, quindi ho cominciato a sperare…

Per me era importante che la mia squadra portasse a casa un titolo perchè so la soddisfazione che si prova ad essere sul podio e volevo che i miei compagni provassero quella sensazione. In più, tanti amici del paese erano venuti a fare il tifo per noi. Vincere con la squadra sarebbe stata proprio una vittoria per tutti!!!

Che gioia quando Frà Ranaldo ha dichiarato che proprio la Forza del Prampa aveva vinto il primo premio!!!

Ma…

Fra Ranaldo ha chiamato sul palco il terzo classificato… non ero io… poi il secondo classificato… non ero io, e…

“La medaglia d’oro al cestino più pesante va sempre a lui: FRANCO CHIARABINI”

…e da quel momento non ho capito più nulla.( Bicampione di raccolta funghi.)

 

La mia squadra: siamo i campioni

 

Congratulazioni, foto, strette di mano. Come l’anno precedente un’emozione unica.

 

Ringrazio la Cooperativa i Briganti del Cerreto,il presidente del Parco Fausto Giovannelli, il mitico Fra’ Ranaldo (Inventore del Campionato), il Sindaco di Collagna Paolo Bargiacchi e tutti gli organizzatori che hanno lavorato  all’evento. Ma voglio anche ringraziare tutti gli amici e i commercianti di Minozzo, Villa Minozzo e non solo…..Che ci hanno sostenuto e incoraggiato, contagiati dalla nostra grande passione.

Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.